“L’educazione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”
-Nelson Mandela

CSAPSA2 ha collaborato, insieme a un partenariato composto da WeWorldGVC -ente capofila-, Comune di Bologna, ActionAid (Grecia), SLOGA (Slovenia), 4Change (Portogallo), COFAC (Portogallo), KARPOS (Grecia) e Future Worlds Center (Cipro) alla produzione delle guide linee del progetto MIGRAT-ED: Migrations and human rights enhanced through Technology in Education.

Il Comune di Bologna, in particolare con il Centro RiESco, ha curato la pubblicazione delle linee guida metodologiche che potranno essere utilizzate per la progettazione di corsi di formazione rivolti a insegnanti, educatori e professionisti dell’educazione.

Il passaggio successivo impegnerà il Centro RiESco del Comune di Bologna, in collaborazione con WeWorldGVC e CSAPSA2, nella realizzazione di focus group che coinvolgeranno circa 160 adolescenti e giovani sul territorio di Bologna, sia in scuole superiori che in ambito extra-scolastico. I laboratori punteranno a stimolare il protagonismo e la partecipazione dei giovani sui temi delle migrazioni, dei diritti e dello sviluppo attraverso strumenti come i video partecipativi, che permetteranno ai giovani di sentirsi protagonisti e produttori di idee allo stesso tempo utilizzando un linguaggio comune e codici comunicativi appartenenti alle giovani generazioni. Proprio poiché tali strumenti sono percepiti come più “vicini” ai giovani potranno rivelarsi più efficaci nel complesso lavoro di sensibilizzazione, di sradicamento del pregiudizio, di creazione di opportunità e strumenti per osservare le migrazioni e i fenomeni globali e valutarli in maniera obiettiva e basata su fonti credibili.